[Testo] Episodio 154: Lasciare Andare i Pensieri Nocivi

Quando in casa faccio le pulizie di primavera, non solo spolvero negli angoli e pulisco le finestre, sposto anche tutti i mobili per vedere se c’è dello sporco nascosto. Poi tolgo tutti gli oggetti dagli scaffali per capire quelli che mi servono ancora e quelli che invece devo eliminare.

Sono grata alle cose che elimino, mi sono state utili per un po’ ed ora verranno usate in altro modo. Dono vestiti a chi ne ha bisogno, regalo libri alla biblioteca e porto al riciclo alcuni vecchi cavi del mio computer.

Lo stesso discorso vale per i miei pensieri. Ogni giorno ho così tanti pensieri inutili che sento il bisogno di fare un po’ di pulizia mentale, fare spazio per nuove idee ed esperienze.

Immagino i miei pensieri come tanti mobili che affollano una stanza. Col tempo la mia mente si è intasata ed è rimasto poco spazio per muovermi liberamente e aggiungere cose nuove. Invece di godermi questa stanza piena di energia e di curiosità, devo sempre in qualche modo farmi largo tra cassetti aperti e altri ostacoli contro i quali vado regolarmente a sbattere.

I mobili rappresentano convinzioni, esperienze passate o credenze collettive che si sono diciamo così radicate nella mia mente.

È un po’ come se avessi trattato il mio soggiorno come un armadio.

Per liberare spazio, prendo un pezzo di carta e scrivo tutti i pensieri inutili che la mia mente produce. Per inutili intendo quei pensieri che né mi aiutano né mi servono. Quei pensieri di solito sono piuttosto appiccicosi e rinforzano attitudini e modi di vedere me stessa che non corrispondono a come vorrei essere e vivere nel mondo.

Uno ad uno, pensiero dopo pensiero, li prendo e li tolgo dalla stanza. Prima di portarli nel cassonetto dell’immondizia, li raccolgo per tutta la settimana in un barattolo. Magari il mio vecchio Sé vuole rimanere aggrappato a un pensiero o magari ho eliminato qualcosa che invece può essermi ancora utile.

In ogni caso, se è un pensiero utile e benefico meglio metterlo per iscritto piuttosto che lasciarlo vagare nella mente a occupare spazio che posso usare per qualcos’altro.

Questa settimana ho intenzione di scrivere i miei pensieri inutili e raccoglierli in un barattolo. Se vuoi ripulire la tua mente, puoi farlo anche tu.

Voglio che sia un rito di trasformazione, per questo dopo aver scritto i miei pensieri sulla carta, li brucerò.

Ti spiego come fare: dedica ogni giorno qualche minuto per prendere nota dei pensieri inutili che hai avuto in quella giornata. Poi metti quei pezzi di carta in un contenitore, ad esempio puoi chiamarlo il “barattolo dei pensieri inutili”. Alla fine della settimana, se vuoi puoi riguardarli e valutare di nuovo ciò che vuoi tenere e ciò che vuoi eliminare. Ringrazia i tuoi pensieri inutili e lasciali andare nel modo che ritieni più opportuno.

Se vuoi, festeggia questo lasciar andare con un piccolo rituale. Come gesto di trasformazione puoi bruciare i pezzi di carta su cui hai scritto i tuoi pensieri inutili oppure puoi fare una piccola cerimonia lasciandoli cadere in piena consapevolezza nel cestino della spazzatura.