Unire i puntini

Pubblicato  - lettura di 1 min
Commenti Nessuno

Ho scritto più volte su questo blog che la pratica di Mindfulness può includere la nuda attenzione, o manasikara, ma non si riduce ad essa. Una componente importante della Mindfulness è infatti quella del ricordare. In sostanza, essere “mindful” significa essere presenti a ciò che accade qui e ora ma anche metterlo in relazione con il nostro vissuto, ricordandoci dei nostri pensieri, emozioni, comportamenti e tendenze mentali e delle conseguenze che hanno avuto su di noi e sugli altri. Quando tale aspetto della Mindfulness si combina con la nuda attenzione, connette i molteplici momenti di esperienza, presente e passati, favorendo la comprensione. Un po’ come accade nel gioco “unisci i puntini”, gradualmente appare una figura coerente e possiamo cogliere un quadro d’insieme delle nostre esperienze di vita.

Questa visione d’insieme è preziosa: ci aiuta a discernere ciò che è salutare, ovvero riduce la sofferenza, da ciò che non lo è. E ad agire per il beneficio nostro e di tutti gli esseri senzienti.

Post correlati

Commenti

Non ci sono ancora commenti a questo articolo.

Scrivi un commento

Inserisci qui il tuo commento. I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Devi prima visualizzare il tuo commento (anteprima) per poi pubblicarlo (invia).





← I più vecchiI più recenti →