[Testo] Episodio 033: Mindfulness a Colazione

Quando siamo consapevoli, la vita è più intensa. Il fatto è che molti di noi sono troppo impegnati per coltivare la presenza mentale. Come insegnante di Mindfulness, la lamentela che sento più spesso dai miei allievi è che non hanno tempo per praticare e non riescono mai a vivere nel momento presente.

Quando si pensa alla meditazione, è ancora molto radicato lo stereotipo dell’uomo seduto a terra con le gambe incrociate. Nulla di sbagliato – molti praticanti meditano così – ma non è l’unico modo di praticare. È possibile meditare in qualsiasi posizione: seduti, in piedi, in movimento, anche sdraiati.

Nella pratica formale della Mindfulness, alleniamo la mente a prestare attenzione e a focalizzarsi, il che migliora la nostra capacità di vivere consapevoli e ci aiuta ad essere più presenti momento dopo momento. Sia che siamo seduti sul pavimento o su una sedia, che stiamo camminando o siamo sdraiati, il semplice risvegliare l’attenzione più volte durante la giornata.- dovunque ci troviamo – ha dei benefici.

Se non hai il tempo per sederti in silenzio a meditare, porta la pratica nella vita ordinaria e coltiva le tue qualità in modo informale. Qualsiasi cosa fai è un’occasione per praticare; puoi infondere la tua presenza in ogni attività. Se solo te ne ricordi, la Mindfulness può certamente fare parte della tua giornata.

Un metodo semplice che puoi utilizzare ogni mattina quando ti svegli è sorseggiare in modo consapevole una bevanda – thé, caffè o quello che preferisci. È un modo semplice per abituarti a portare più attenzione nella tua vita e irrobustire col tempo il muscolo della consapevolezza. Vediamo come pochi semplici cambiamenti nella routine mattutina della colazione possono fare un’enorme differenza sul tuo modo di iniziare la giornata.

SCENA #1
Prendi la prima tazza che ti capita e la metti sotto l’erogatore della macchina del caffè. Con impazienza schiacci il pulsante di accensione mentre fissi nel vuoto e pensi agli impegni della giornata. In attesa che il caffè sia pronto, ti viene in mente un pensiero e ti sposti nella stanza a fianco. Continui a rivivere nella tua testa quella riunione terribile a cui hai partecipato ieri, e rimugini su come è finita male. Ti senti da cani. Torni in cucina, afferri la tazza e ci versi un po’ di latte mentre inizi a raccontare al tuo partner la situazione stressante che stai vivendo. Sorseggi il caffè, intanto prendi il cellulare e scorri le notizie su Facebook. Un suono del tuo computer ti avvisa che è appena arrivata un’email: appoggi la tazza sul tavolo per andare a vedere di che si tratta. Non arrivi al computer perché, prima, ti distrai per cercare la tua borsetta. Il cuore batte veloce e la mente galoppa, mentre il caffè si raffredda. Esci di casa per andare al lavoro senza accorgerti della tazza abbandonata in cucina.

Durante la preparazione del caffè non sei mai stata presente, la tua mente era sempre altrove. È stata un’esperienza di totale inconsapevolezza, per nulla piacevole.

SCENA #2
Scegli la tua tazza preferita dallo scaffale e la appoggi con cura sotto l’erogatore della macchina del caffè. Prendi la confezione del caffè e leggi dove è stato prodotto. Fai attenzione al rumore della macchinetta e osservi il caffè che piano piano riempie la tazza. Sollevi la tazza e ne percepisci il calore. Non aggiungi latte – ultimamente hai deciso di ridurne il consumo. La tazza riscalda delicatamente le tue mani fredde. Bevi un sorso di caffè, lentamente, ne assapori il profumo gradevole, l’aroma di terra e la ricca testura. I tuoi sensi si risvegliano. Senti il calore nella bocca e poi in gola. Ti godi ogni singolo sorso senza la minima distrazione – i tuoi dispositivi elettronici sono tutti lontani dagli occhi. Ti prendi questo momento per non fare niente, se non sintonizzarti sul qui e ora. Ogni volta che noti un pensiero, lo lasci andare e riporti l’attenzione all’esperienza del bere. Così com’è, ora. Ti senti calma, presente e grata per ciò che stai vivendo. Sei pronta ad entrare nel vivo della tua giornata accompagnata da un senso di presenza rilassata.

Questa volta sei stata presente. Ti sei concentrata sull’esperienza mentre accadeva e hai portato questa consapevolezza nella tua giornata.

Integrare la Mindfulness nella vita quotidiana è un cambiamento sottile ma profondo. Puoi cominciare con brevi periodi di pratica durante il giorno. Porta con te le tue meditazioni – ovunque sei e qualsiasi cosa stai facendo – e osserva cosa accade quando coltivi l’arte della presenza mentale.