E adesso?

Pubblicato  - lettura di 1 min
Commenti Nessuno

Allievo: ora che con la Mindfulness sto imparando a conoscere il mio corpo, le emozioni che lo abitano, i pensieri che mi attraversano la mente, cosa faccio? Come traduco tutto questo in azioni, relazioni e comportamenti?

Osservando con attenzione pensieri ed emozioni, ne comprendiamo l’impermanenza e l’insostanzialità. Col tempo perdono presa su di noi e ci liberiamo (almeno un po’) dalla loro tirannia. Azioni e comportamenti si fanno meno reattivi, più morbidi, più modulabili.

Ci vuole una buona dose di pratica, insieme a pazienza e costanza, per arrivare a un equilibrio che contempli il nostro diritto di esprimere ciò che sentiamo e una rettitudine di azione e parola così come enunciate nel Nobile Ottuplice Sentiero.

A volte ci riusciremo, altre no. Non ci denigreremo per questo.

Il cammino è già la meta.

Post correlati

Commenti

Non ci sono ancora commenti a questo articolo.

Scrivi un commento

Inserisci qui il tuo commento. I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Devi prima visualizzare il tuo commento (anteprima) per poi pubblicarlo (invia).





← I più vecchiI più recenti →